fbpx

Senegal: gli eroi di 2002 sono tornati

Diatta, Tony, Cissé e Daf

informazioni turistiche

Cisse, Sylva, Daf, Diatta. Costituirono la base difensiva dell'eroica squadra di 2002, vincitore della Francia e dei quarti di finale. Ora sono a capo del Senegal per provare, in Russia, a far rivivere l'incredibile magia.


Sono all'origine di uno dei più grandi terremoti nella storia del calcio francese. Il 31 Mai 2002, a Seul, nella partita di apertura della Coppa del Mondo, il campione in carica del Blues e i campioni europei in 2000, sono battuti (0-1) dal Senegal.

Le certezze di Djorkaeff, Dessailly, Lizarazu e altre sono schiaffeggiate da ventidue leoni su un obiettivo di papa Bouba Diop. L'incontro di una vita e di un orgoglio per un'intera nazione, che aveva collocato in questo incontro le precedenti aspettative dei colonizzatori di gran lunga superiori a quelle di una semplice partita di calcio, fu il primo storia del paese alla Coppa del Mondo.

Sedici anni dopo, ricordiamo le eccentricità di El Hadji Diouf, Bagou Khalidou Fadiga o il fascino di un allenatore magnetico, Bruno Metsu.

Dopo aver cercato a lungo un secondo vento, dopo un viaggio che lo aveva portato fino ai quarti di finale, il calcio senegalese trova Coppa del Mondo sotto la gestione di altri anziani, "meno sexy", ma già inevitabile in 2002, a partire da Aliou Cissé, l'ex capitano Barker anni 42, ora allenatore Omar Daf, il saggio, lo studioso, anni 41, è diventato il suo vice. Tony Sylva, guardia un po ' "arroccato", 43 anni porta i membri della sua "fratellanza" e Lamine Diatta, l'ex difensore dell'Olympique Lione, anni 42, piacevole reale e falsa pace, ricoperto la carica di team manager.

Questa avventura abbiamo vissuto con loro. Anche aerei, stessi hotel, musica nelle profondità di Diouf e Fadiga, l'aperitivo ogni sera con l'allenatore per fare l'inventario del giorno. Una parentesi incantata. Li abbiamo trovati, pochi giorni fa a Vittel, nel campo di addestramento per il mondo russo, che i Lions inizieranno martedì a Mosca contro la Polonia. Diatta, Cissé e Daf appaiono affilati come lame di rasoio. "È Tony che ha preso tutto il nostro peso", ride Diatta. Tre anni già, qu'Aliou Cissé è entrato in carica. "Tre anni di combattimenti, tre anni di combattimenti", dice, "per conoscere la pressione che devi venire in Africa". E scopri la stampa locale.

"Bene, ce la facciamo ai cattivi?", Offre l'allenatore al fotografo di L'Equipe.

"Non ti preoccupare, è sufficiente che Aliou sia naturale", risponde Lamine Diatta, già membro dello staff alla fine del regno di Alain Giresse (2013-2015).

Al suo arrivo in 2015, Cissé ha preferito circondarsi di altri membri della generazione d'oro del calcio senegalese. "Era naturale", dice, "stavo cercando un allenatore dei portieri e per me il più legittimo è stato Tony Silva, Omar Daf, anche lui ha fatto cinque Coppa d'Africa e una Coppa. del mondo al suo attivo, ha superato i suoi diplomi, anche Lamine Diatta ha molte cose da dare, anche se non gli interessa essere sul campo. Mi dice spesso: "tu allenatori sei pazzo. "È un uomo saggio e allo stesso tempo è molto elettrico, abbiamo vissuto cose molto forti che ci hanno legati per sempre, ma è l'abilità che ha guidato le mie scelte."

"In 2002, potevamo rimanere sul bus in attesa di Diouf per venticinque minuti, e lui è rimasto in mezzo alla folla dopo l'allenamento ..." (Aliou Cissé)

Qui li chiamiamo "The 2002". È più facile "Come vuoi dimenticare?" Diatta ha detto, "Mi viene costantemente ricordato quello che ho fatto contro l'Uruguay (3-3). Sono sulla linea di porta, ho messo la testa e preso la palla in faccia. Se prendiamo un quarto, veniamo eliminati, restano 10 secondi per giocare. "

"E 'Unforgettable Si gioca la Francia nella Coppa del Mondo while're quinta guardia a Monaco voi, scherzando Sylva Prima di lasciare a partecipare alla selezione, Didier Deschamps aveva detto :." cercare di dimenticare i guanti "Ma Non li ho dimenticati. "

"Sul personale, io continuo il ricordo della mia intercettazione Djorkaeff dice Daf. Sono completamente regione libera, mi ritrovo in una posizione a terra o che non dovrebbe essere. Ero stanco di correre dietro la palla. I salta su di lui e dietro, segniamo ".

Aliou Cissé, giura che conserva pochissimi ricordi di questa pazza avventura.

"Ci sono molti aneddoti che non so nemmeno, ero il capitano ma ero un po 'solo fuori dai limiti e ho attraversato questa Coppa del mondo nella mia bolla".

A quel tempo, il difensore degli anni 26, ha appena lasciato il PSG per Montpelier, è un calciatore criticato e ha lasciato il segno su questo mondo il cui significato simbolico conosce.

"Ovviamente questa partita è stata un momento molto speciale nella nostra storia, per noi figli di immigrati che hanno seguito i nostri genitori in Francia, un paese di cui condividiamo la cultura e che ci ha dato molto perché siamo stati quasi tutti addestrati Qui, per noi, è andato oltre il calcio, era degno di rappresentare il nostro paese di fronte al paese colonizzatore ".

Qualche giorno prima di 31 abbiamo avuto un'intervista con il capitano. Un'intervista senza gusto, in cui Cisse ha continuato a elogiare i giocatori francesi. "Ma ricordo molto bene quello che ti ho detto una volta che il microfono si è spento."

Nella nostra memoria, ci aveva detto che stavano per "camminare sulle loro bocche"; nel suo, che non si lascerebbero "calpestare". L'idea rimane la stessa. Sembrava abitato dalla certezza di segnare la storia.

"Non era necessario parlare troppo forte prima, ma molti giocatori francesi mi avevano detto che sapevo che non sarebbe stato facile per loro, Bruno sapeva che non avremmo perso. parliamo solo di vittoria e terremoto. "

Il terremoto che colpì Seoul si diffuse in tutto il mondo, punto di partenza di un notevole fenomeno mediatico, specialmente in Francia, dove i Teranga Lions erano chiamati "Senef" (senegalese di Francia). La corda sembrava un po 'grande, a livello di recupero, ma nessuno si è veramente offeso. Al momento, la storia descriverà una banda di pazzi frequentatori di feste.

"Non mi ha mai colpito", ha detto Cissé oggi, "c'erano giocatori estroversi, ma è anche quello che ci ha permesso di rimanere fedeli alla nostra gente. generazioni 2002 2018. ma ora ci sono i ragazzi più introverso. in 2002, si poteva stare sul bus ad aspettare Diouf per venticinque minuti. si trovava in mezzo alla folla dopo gli allenamenti, ma col senno di poi ti dici che è anche grazie a lui che siamo stati tanto amati. "

"Eravamo bambini sporchi, avevi i Barjots della pallamano, eravamo i migliori del calcio africano" (Aliou Cissé)

El Hadji Diouf, un beffardo e generoso ragazzo, un po 'di show-off e francamente folle, in grado, nel corso di un ricevimento ufficiale in occasione della CAN 2002, trascinare un top leader del Mali di non preoccuparsi per futuro del calcio del suo paese. "Dopo il nostro passaggio, avrai una bella generazione tra vent'anni." El Hadji Diouf, senza filtro o limite. I preparativi per la Coppa del Mondo erano stati frenetici. Ci sarà, in Corea, il passaggio della polizia locale per un furto di colletto in una gioielleria di Khalilou Fadiga.

Una "sfida" ha lanciato auxerrois dalle dunce del gruppo. Alcuni giorni prima, durante la discesa, i giocatori dovevano minacciare i loro leader dopo aver visto il loro hotel. Una mossa. Il denaro distribuito dalla FIFA doveva servire altri interessi. La sera prima dell'incontro con la Francia, alcuni di loro, incapaci di dormire, si sono divertiti a organizzare gare di braccio di ferro a 3h al mattino. Il loro hotel, lo hanno condiviso con le donne dei giocatori francesi. Le voci avevano cominciato a circolare e sul campo, Diouf si divertì a dire a Franck Leboeuf la sua calda notte con sua moglie. Era ovviamente sbagliato. Ma ciò ha avuto il suo effetto.

"Nel 2002, ognuno è venuto con il suo stile, eravamo bambini sporchi oggi risata Aliou Cissé. In Francia si aveva la Barjots Pallamano, noi siamo stati i nutters calcio africano. I senegalesi avevano non abituati a vedere il loro figlio con questo stile, capelli ossigenati, i tatuaggi, i dreadlocks. la nostra generazione era libero, ha voluto realizzare qualcosa di grande insieme, nonostante le nostre differenze. che mi sento oggi. Ma questi sono ragazzi molto più politicamente corretti. "

"Rispetto a 2002, abbiamo probabilmente vinto nel rigore ciò che abbiamo perso nella follia" (Lamine Diatta)

"Sul campo", dice Tony Sylva, "ci siamo guardati negli occhi e abbiamo dosato la verità". Lasciato a scambiare qualche castagna, come nel primo tempo di una partita di Can-2002, tra Cissé e Fadiga.

"Gridare, a volte è utile", dice l'ex portiere. "La nuova generazione non parla abbastanza, quindi tendiamo a fare marcia indietro, ma l'allenatore ci sta lavorando, e speriamo che facciano meglio di ci crediamo. "

L'obiettivo finale rimane la qualificazione agli ottavi di finale in un gruppo omogeneo con Polonia, Colombia e Giappone. "Dopo, possiamo battere chiunque su una partita", dice Cissé. Questa squadra ha giocatori di altissimo livello, tra cui Sadio Mané (Liverpool), e dall'arrivo di Cissé, ha perso solo una partita ufficiale, ai rigori nel Camerunense, nei quarti di finale da Can-2017.

Ma i critici su una luce tattico presunto non stanno salvando l'allenatore, anche dal generazione 2002 di Khalidou Fadiga, più misurato in Amdy Faye, passando naturalmente per El Hadji Diouf, la più virulenta di tutti "Non vedo niente e non sento niente, è meglio" sorrise Daf.

"Diouf è un buon amico," disse Diatta, "e non mi aggredisce, sa che non lo lascerò andare, ma attacca Aliou, non mi piace, se ha un problema con lui, fallo venire e vederlo. "

I due uomini a volte si incrociano, ma non ne parlano mai e la vita va avanti.

"Non è qualcosa che mi turba", dice Cisse, "Diouf è El Hadji o El Hadji è Diouf, è un ragazzo che mi piace, il suo posto è nel calcio senegalese. vuole essere un allenatore o un direttore tecnico, sa cosa deve fare, a volte dice cose che non hanno né coda né testa, ma non lo biasimo. ridi, ci stiamo infilando dentro. Conosci El Hadji, non è cattivo. "

Martedì inizierà una nuova storia, e Aliou Cissé non immagina di fare riferimento al passato, per quanto glorioso sia.

"I giocatori di oggi sanno chi siamo, le porte che abbiamo aperto, e alcuni mi hanno detto che sedici anni fa erano tra i bambini che correvano dietro al nostro autobus. è la loro storia ". Avrà semplicemente un pensiero per Bruno Metsu, spazzato via dalla malattia in ottobre 2013, negli anni 59. "Conoscete la connessione che ho avuto con lui, era un padre, ero un figlio, sono ispirato da lui, lo ha dimostrato alla sua morte".

Figlio di Dunkerque, Bruno Metsu desiderava essere sepolto a Dakar, nel cimitero musulmano di Yoff. Al suo funerale, la stragrande maggioranza dei suoi ex giocatori erano riuniti attorno al suo corpo.

Aliou Cisse e El Hadji Diouf erano fianco a fianco. Condividevano le loro lacrime, saldate nel dolore per accompagnare la bara del loro allenatore fino alla sua ultima casa.

Di Sébastien Tarrago - THE TEAM

Commenti (0)

Nessun commento Sii il primo a lasciarne uno!

Aggiungi un commento

  1. Commenta come ospite
0 Stampa
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Perché mi piace il Senegal

L'esperienza del delta del Saloum foresta dell'oceano (WEO)

Richiedi un preventivo per questo viaggio da 4J / 3N in base alle tue date. informazioni richieste (*)
I. CONTATTO
Inserisci il tuo saluto

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Inserisci la tua email

Inserisci il tuo telefono

Entrez votre adresse

Inserisci la tua città

Inserisci il tuo Paese

II. INFORMAZIONI DI CORSA
Inserire il numero di persone per le quali si prenota

Il numero di persone che viaggeranno

Inserire la data di inizio del soggiorno

Diteci come contattarvi

Secondo noi come hai PourquoiJaimeLeSenegal?

ATTENZIONE! Se tutte le informazioni obbligatorie (*) non sono forniti non verrà inviato la prenotazione.

Perché mi piace il Senegal

Provate il delta del Saloum Ocean Forest

PARTECIPANTE MOTIVAZIONE

- La ricerca di autenticità naturale, culturale e storica
- Incontra persone
- rilassarsi e riposare in un ambiente naturale
- Scoprire, esperienza e acquisire un'esperienza positiva
- Contribuire alla salvaguardia del patrimonio naturale e culturale

HIGHLIGHTS DEL VIAGGIO

- Riserva della Biosfera (1981)
- Zona Umida di importanza internazionale (Ramsar Site 1984)
- Delta del Saloum e le sue vestigia di oltre due millenni di presenza umana sono iscritti nella lista UNESCO del Patrimonio Mondiale (2011)
- accedere a centro delle più belle baie del mondo (2005)
- Riserva Naturale Community
- Varietà e diversità degli ecosistemi e zone di osservazione: savana e acquatica
- L'ecosistema di mangrovie favoloso
- Le foreste di baobab
- Facilità di accesso alle aree di visualizzazione
- acquatici e terrestri faune abbondante e facile da vedere
- Uno dei più grandi siti di importanza ornitologica in Africa
- La riserva della biosfera è sede del Parco Nazionale del Delta del Saloum
- itinerario verde Bamboung
- Tranquillo, l'isolamento e la bellezza naturale del sito
- Possibilità di attività balneari (balneazione)
- corse sicure liberamente in una canoa nella mangrovia
- Si beneficia grandemente dal sole e aria di mare
- Escursionismo senza alcuna difficoltà
- Ubicazione dell'alloggio in ambiente naturale (Keur Bamboung) sulle rive del bolong che permettono un facile accesso alle aree di visualizzazione
- incontri e scambi con la popolazione locale
- Popoli indigeni Hospital
- Scoperta dei prodotti locali: alimentari, artigianato
- Scoperta delle tradizionali attività socio-economiche come la pesca, la raccolta ecc
- Scopri la tradizionale architettura locale
- Siti storici, religiosi e sacro
- La scoperta di siti archeologici (mucchi di conchiglie)
- dinamici e informativi guide

PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

Dakar, cosmopolita e città storica

Dakar, capitale del Senegal e antica capitale dell'Africa occidentale francese, è costruita su un luogo magnifico, la penisola di Capo Verde, sostenuta da l'Oceano Atlantico e delimitata da due promontori: il nord, l'Almadies con spiagge est Ngor, Yoff e Cambérène. La sua posizione all'estremità occidentale dell'Africa ha incoraggiato i primi coloni, e il commercio con il Nuovo Mondo, e gli dà una posizione unica nel punto di intersezione di culture africane e europee. Un'infrastruttura bellezza retaggio del periodo coloniale - il porto, la stazione ferroviaria, il municipio, il mercato Kermel, la Camera di Commercio, il Ministero degli Affari Esteri, il Palazzo Presidenziale, l'Assemblea Nazionale, il museo arte Théodore Monod africano a Dakar, la Cattedrale della Memoria africana, il famoso mercato Sandaga in architettura neo-sudanese - sono stati aggiunti nuovi edifici e siti di attrazione come la grande moschea, la Porta del Terzo Millennio e villaggio artigianale Soumbédioune. le Isole della Maddalena, i due mammelle colline, la misteriosa isola di Teunguène sono tra le altre attrazioni da scoprire Dakar.


PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

Casamance, un'Africa verde

Un verde cartoline Africa con frutteti, boschi profondi e vasti spiagge, regione Casamance è un senegalese molto speciale. fitte foreste, spiagge fiancheggiate da palme da cocco Capo Skirring in Abene, le sue isole, mangrovie e foreste di mangrovie, i suoi villaggi misteriosi e campi di riso sono molte catene alberghiere prestigiose si sono stabiliti. Il popolo della Casamance sono riusciti a preservare la loro originalità e tradizioni.


PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

La Petite Côte, una spiaggia

Con i suoi villaggi costruiti su palafitte di conchiglie e le spiagge, il Piccolo Coast è la regione turistica del paese. Copre quasi 70 km a sud est di Dakar, tra Rufisque e Joal Fadiouth. Un mare sempre calmo, protetta dalla penisola di Capo Verde che attenua gli effetti della brezza marina, un susseguirsi di spiagge intervallate da pittoreschi villaggi di pescatori, ma anche foreste di baobab, un sole onnipresente, questa è la tabella che offrono ai visitatori la visione villaggi Mbodiène, Joal-Fadiouth, Joal Finio Pointe Sarene Yenne, Toubab Diallaw, Ndayane, Popenguine, Somone, etc.


PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

Senegal-orientale, la fantasia d'Africa

vera fine del mondo, la regione del Senegal orientale è certamente la più ricca di sorprese e paesaggi del Senegal. E 'una piccola regione urbanizzata, come ad esempio l'Africa si può sognare. Questa è l'unica zona collinare del paese con i suoi paesaggi mozzafiato, fauna selvatica bella e tradizioni etniche ancora ben ancorate.


PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

Il Sine-Saloum, tra terra e mare

sito Ramsar nel 1984 per l'importanza delle sue zone umide, Patrimonio dell'Umanità nel 2011 e il titolo di Riserva della Biosfera dall'Unesco nel 1980, 2005 anche ammesso nel club delle più belle baie del mondo , il delta del Saloum è una delle più belle aree naturali del Senegal. Si tratta di un vasto territorio tra terra e mare, dove centinaia di isole e isolotti coperti di piccole savane, mangrovie o di mangrovie, è uno degli ecosistemi più ricchi dell'Africa. Incontriamo molti mammiferi e molte specie di uccelli. La vita marina è anche abbondante.


PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

St. Louis e suoi parchi, una zona patrimonio

Oltre a una società i cui modi di vivere e la cordialità sono così singolare, St. Louis è un tesoro di infrastrutture ed edifici, testimoni della gloriosa storia di questa antica capitale dell'Africa occidentale francese. Situato su un'isola nel Senegal delta del fiume, la città di St. Louis o la maestosa "African Venezia" è elencato come Patrimonio Mondiale dall'Unesco directory. parchi naturali, spiagge incantevoli, pescatori famosi di Guet-Ndar anche fare St. Louis una destinazione attrattiva del Senegal.


PourquoiJaimeLeSenegal

Per lasciare un messaggio, inviare un elemento, rispondere al sito, offrire il vostro aiuto, segnalare un errore in un programma di articolo o di viaggio, è possibile utilizzare il modulo sottostante. * Campi obbligatori
Inserisci il tuo saluto

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Inserisci la tua email

Inserire l'oggetto del messaggio

Si prega di selezionare il tipo di messaggio

Inserisci il tuo messaggio

Conferma di essere un umano

ATTENZIONE! Se tutte le informazioni obbligatorie (*) non sono forniti non verrà inviato il messaggio.

Perché mi piace il Senegal

L'esperienza del delta del Saloum foresta dell'oceano (SALC)

Richiedi un preventivo per questo viaggio i vostri desideri date e organizzata. informazioni richieste (*)
I. CONTATTO
civiltà(*)
Inserisci il tuo saluto

Nome di battesimo(*)
Inserisci il tuo nome

Nome(*)
Inserisci il tuo nome

E-mail(*)
Inserisci la tua email

Telefono(*)
Inserisci il tuo telefono

Indirizzo(*)
Entrez votre adresse

Città(*)
Inserisci la tua città

Paese(*)
Inserisci il tuo Paese

II. INFORMAZIONI DI CORSA
Numero di partecipanti(*)
Inserire il numero di persone con cui si viaggerà

Il numero di persone che viaggeranno

Inizia data prevista per soggiorno(*)
Inserire la data di inizio del soggiorno

Durata del soggiorno(*)

Inserire la durata del vostro soggiorno

Attività e scoperte scelta(*)

Scegli i tuoi attività

Ulteriori dettagli si vuole dare

Come dobbiamo contattarvi?(*)
Diteci come contattarvi

Come sei venuto a conoscenza della piattaforma digitale "Perché Jaime Senegal"?(*)
Secondo noi come hai PourquoiJaimeLeSenegal?

ATTENZIONE! Se tutte le informazioni obbligatorie (*) non sono forniti non verranno inviate la vostra richiesta.

Perché mi piace il Senegal

Cape Marniane, una certa idea di paradiso nelle isole Saloum

PARTECIPANTE MOTIVAZIONE

- La ricerca di autenticità naturale e culturale
- Incontra persone
- rilassarsi e riposare in un ambiente naturale
- Scoprire, esperienza e acquisire un'esperienza positiva
- Contribuire alla salvaguardia del patrimonio naturale e culturale

HIGHLIGHTS DEL VIAGGIO

- Riserva della Biosfera (1981)
- Zona Umida di importanza internazionale (Ramsar Site 1984)
- Delta del Saloum e le sue vestigia di oltre due millenni di presenza umana sono iscritti nella lista UNESCO del Patrimonio Mondiale (2011)
- accedere a centro delle più belle baie del mondo (2005)
- Una bella savana paesaggio, mangrovie, palme e baobab Palmyra
- osservazione degli uccelli e vicino alla ecosistema di mangrovie favoloso
- Tranquillo, l'isolamento e la bellezza naturale del sito
- Tra terra e mare, un ambiente di grande ricchezza ecologica
- Ubicazione dell'alloggio in un ambiente naturale sulle rive del bolong
- Possibilità di attività balneari (balneazione)
- corse sicure liberamente in una canoa nella mangrovia
- Si beneficia grandemente dal sole e aria di mare
- Escursionismo senza alcuna difficoltà
- villaggi tradizionali africani, culture autentiche
- Il bush africano
- Mercato colorata e ricca di eventi
- Scopri la tradizionale architettura locale
- accogliente e Popoli indigeni caldi
- La diversità etnica
- incontri e scambi con la popolazione locale
- Evento culturale: danza Yippi
- Misticismo e locale convinzione
- Siti storici, religiosi e sacro
- Scoperta delle attività quotidiane tradizionali e le popolazioni socioeconomici
- Scoperta dei prodotti locali: alimentari, artigianato
- dinamici e informativi guide

PourquoiJaimeLeSenegal

Perché mi piace il Senegal

Cape Marniane, una certa idea di paradiso nelle isole Saloum (WEO / QUOTE)

Richiedi un preventivo per questo viaggio da 3J / 2N in base alle tue date. informazioni richieste (*)
I. CONTATTO
civiltà(*)
Inserisci il tuo saluto

Nome di battesimo(*)
Inserisci il tuo nome

Nome(*)
Inserisci il tuo nome

E-mail(*)
Inserisci la tua email

Telefono(*)
Inserisci il tuo telefono

Indirizzo(*)
Entrez votre adresse

Città(*)
Inserisci la tua città

Paese(*)
Inserisci il tuo Paese

II. INFORMAZIONI DI CORSA
Numero di partecipanti(*)
Inserire il numero di persone con cui si viaggerà

Il numero di persone che viaggeranno

Data del soggiorno Inizio(*)
Inserire la data di inizio del soggiorno

Ulteriori dettagli si vuole dare

Come dobbiamo contattarvi?(*)
Diteci come contattarvi

Come sei venuto a conoscenza della piattaforma digitale "Perché Jaime Senegal"?(*)
Secondo noi come hai PourquoiJaimeLeSenegal?

ATTENZIONE! Se tutte le informazioni obbligatorie (*) non sono forniti non verranno inviate la vostra richiesta.

Vivere tra le mangrovie, i villaggi, i luoghi sacri e di sabbia (WEO)

Prenota questo viaggio 3J / 2N in Getaway di fine settimana organizzato nelle date indicate.& nbspInformazioni obbligatorie (*)
I. CONTATTO
Inserisci il tuo saluto

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Inserisci la tua email

Inserisci il tuo telefono

Entrez votre adresse

Inserisci la tua città

Inserisci il tuo Paese

II. INFORMAZIONI DI CORSA
Inserire il numero di persone per le quali si prenota

Il numero di persone che viaggeranno

Inserire la data di prenotazione

Selezionare la data di prenotazione

Diteci come contattarvi

Secondo noi come hai PourquoiJaimeLeSenegal?

ATTENZIONE! Se tutte le informazioni obbligatorie (*) non sono forniti non verrà inviato la prenotazione.

Perché mi piace il Senegal

Vivere tra le mangrovie, i villaggi, i luoghi sacri e di sabbia

PARTECIPANTE MOTIVAZIONE

- La ricerca di autenticità naturale e culturale
- Incontra persone
- rilassarsi e riposare in un ambiente naturale
- Scoprire, esperienza e acquisire un'esperienza positiva
- Contribuire alla salvaguardia del patrimonio naturale e culturale

HIGHLIGHTS DEL VIAGGIO

- Riserva della Biosfera (1981)
- Zona Umida di importanza internazionale (Ramsar Site 1984)
- Delta del Saloum e le sue vestigia di oltre due millenni di presenza umana sono iscritti nella lista UNESCO del Patrimonio Mondiale (2011)
- accedere a centro delle più belle baie del mondo (2005)
- Area Marina Protetta Sangomar (2014)
- Un bellissimo paesaggio della savana, mangrovie, palme, palme da cocco e baobab
- osservazione degli uccelli e vicino alla ecosistema di mangrovie favoloso
- Tranquillo, l'isolamento e la bellezza naturale del sito
- Tra terra e mare, un ambiente di grande ricchezza ecologica
- Ubicazione dell'alloggio in un ambiente naturale, di fronte al mare
- Possibilità di attività balneari (balneazione)
- giro in barca a remi nella mangrovia
- Si beneficia grandemente dal sole e aria di mare
- Escursionismo senza alcuna difficoltà
- villaggi tradizionali africani, culture autentiche
- Il bush africano
- Mercato colorata e ricca di eventi
- Scopri la tradizionale architettura locale
- accogliente e Popoli indigeni caldi
- La diversità etnica
- incontri e scambi con la popolazione locale
- Misticismo e locale convinzione
- Siti storici, religiosi e sacro
- Scoperta delle attività quotidiane tradizionali e le popolazioni socioeconomici
- Scoperta dei prodotti locali: alimentari, artigianato
- dinamici e informativi guide

PourquoiJaimeLeSenegal

Vivere tra le mangrovie, i villaggi, i luoghi sacri e di sabbia (WEO / QUOTE)

Richiedi un preventivo per questo viaggio 3J / 2N nei fine settimana o in altra data a vostro piacimento. informazioni richieste (*)
I. CONTATTO
Inserisci il tuo saluto

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Inserisci la tua email

Inserisci il tuo telefono

Entrez votre adresse

Inserisci la tua città

Inserisci il tuo Paese

II. INFORMAZIONI DI CORSA
Inserire il numero di persone con cui si viaggerà

Il numero di persone che viaggeranno

Inserire la data di inizio del soggiorno

Diteci come contattarvi

Secondo noi come hai PourquoiJaimeLeSenegal?

ATTENZIONE! Se tutte le informazioni obbligatorie (*) non sono forniti non verranno inviate la vostra richiesta.